Cappe di Aspirazione serie Pratika DS

Pratika DS presenta una spalla tecnica portaimpianti e portaservizi, liberando così totalmente il piano di lavoro anche da eventuali vaschette.



SICUREZZA, PRIMO OBIETTIVO DEL PROGETTO

La cappa chimica è soprattutto un dispositivo di sicurezza, che deve consentire all’operatore di lavorare in totale tranquillità indipendentemente dalla pericolosità delle sostanze trattate.
Per questo la sicurezza dell’operatore è al primo posto nella lista degli obiettivi che Ferraro Arredi Tecnici ha deciso di perseguire con il progetto cappa.

Oltre alle varie certificazioni ottenute, che le pongono tra le cappe più “premiate” sul mercato europeo, i test report sui valori di contenimento mostrano chiaramente la qualità di questo progetto-sicurezza, sinonimo di qualità nello sviluppo del prodotto ma anche dei materiali accuratamente selezionati per costruire un prodotto vincente.



QUALITA’ DEI MATERIALI E CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE

La cappa è costituita da struttura portante metallica in Classe “0” di reazione al fuoco con spalle laterali portanti a tutta altezza realizzate in acciaio con rivestimento protettivo in resina epossidica antiacida, appositamente mirata alla lavorazione di laboratorio.

La parte posteriore del vano di lavoro è costituita da una doppia lastra di stratificato integrale Labgrade ignifugo in classe1, che forma una doppia camera aspirante dotata di varie fessurature aspiranti capaci di assorbire i gas pesanti nella parte inferiore ed i gas leggeri nella parte superiore.

Il cielino superiore realizzato in stratificato integrale Labgrade è composto da un pannello in policarbonato trasparente posto nella parte centrale e avente nella parte superiore, quindi esternamente al vano di lavoro come previsto dalla normativa di riferimento, una lampada al neon con grado di protezione IP 65.

Ai lati della lampada sono collocati due sportellini antiscoppio realizzati sempre in stratificato Labgrade, che permetteranno lo sfogo di un’eventuale onda d’urto in caso di piccole esplosioni sotto cappa.
L’incastellatura permette la sostituzione veloce del piano di lavoro per semplice sfilamento, senza che si renda necessario lo smontaggio della struttura portante.

La parte frontale della cappa sarà costituita da un telaio di alluminio a saliscendi opportunamente contrappesato dotato all’interno di due vetri scorrevoli orizzontalmente del tipo di sicurezza 3+3. Anche in condizione di scorrimento orizzontale, in qualsiasi posizione di trovino i due vetri, la cappa è certificata secondo EN14175, quindi l’operatore può svolgere operazioni che risultino agevolate dallo scorrimento orizzontale del doppio vetro in maniera assolutamente serena e garantita.

Il piano di lavoro è posizionato in configurazione standard ad una altezza di cm.90 dal pavimento e può essere realizzato con diverse tipologie di piano di lavoro. Nella versione da distilleria l’altezza del piano da pavimento si riduce a cm.50.
I beccucci per acqua e gas sono posizionati sul pannello di fondo della cappa, mentre i telecomandi degli stessi e le prese elettriche solo alloggiati e su pannello frontale inferiore al piano di lavoro, lasciando così ampio spazio orizzontale al piano di lavoro che sarà utilizzabile al massimo delle possibilità.

Il basamento è legato ai fianchi cappa ma non costituisce elemento strutturale portante per l’incastellatura, questo al fine di poter essere eventualmente estratto in futuro riconfigurando la cappa come walk-in (riconfigurazione e flessibilità di arredo).

Le prese di aspirazione sono studiate e realizzate in modo da evitare formazioni di turbolenze o vortici di aria e le prese di aspirazione si inseriscono perfettamente nella parete di fondo. Il condotto che riunisce le prese è collegato a sua volta al sistema di aspirazione. Le prese d’aria sono dimensionate in modo da realizzare un’equilibrata distribuzione interna dell’aria e una corretta velocità nei condotti.




COLORI

E’ possibile personalizzare con colori a scelta il mobiletto della cappa oltre che il logo Ferraro, che potrà ricalcare la scelta di colore fatta per il sottobanco. Sono disponibili a catalogo l’arancio boreale, l’antracite, il verde acanto, il bordeaux, il grigio chiaro, il blu classic.

La verniciatura della struttura metallica presenterà esternamente un colore innovativo e diverso, abbandonando il vecchio Ral7035 e puntando allo sviluppo di un prodotto in linea con la modernità del design.

Contattaci senza impegno

Referente

necessario

Azienda

necessario

Provincia

necessario

La tua email (richiesto)

necessario

Telefono

Il tuo messaggio

Accetto l'informativa della Privacy